Le vignette di Giovannino Guareschi sul Candido

Questa settimana non vi presento nulla di mio, ma una breve carrellata di alcune delle vignette che Giovannino Guareschi disegnò per il settimanale umoristico Candido, a cavallo degli anni ’50.

Un umorismo che oggi potrebbe esser considerato un po’ infantile, ma che era in linea con i canoni dell’epoca e che comunque mandava regolarmente in bestia i “trinariciuti” compagni, come Guareschi chiamava e disegnava i comunisti.

Questa la spiegazione dell’epiteto “trinariciuto”, da lui stesso data:

«Perché nel mio concetto base, la terza narice ha una sua funzione completamente indipendente dalle altre due: serve di scarico in modo da tener sgombro il cervello dalla materia grigia e permette nello stesso tempo l’accesso al cervello delle direttive di partito che, appunto, debbono sostituire il cervello. Il quale cervello, lo si vede, appartiene oramai ad un altro secolo» (Candido, 15 aprile 1947).

Ed eccovi un’ultima vignetta di Giovannino, che potremmo definire profetica…

Per finire una vignetta non di Giovannino, ma di Carletto Manzoni che, pubblicata sul Candido del 18 giugno 1950 costò a Guareschi, quale direttore responsabile, una condanna a otto mesi di carcere.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: