Il madrigale numero 37

Ed eccovi il trentasettesimo Madrigale a Francesco, dove Argia propone a Bergoglio un rimedio contro l’omosessualità dilagante tra il clero.

L’annotazione in calce è sempre di Lorenzo Stecchetti junior.

 
 
                XXXVII

 
 È un grave errore al prete
 negar le donne, e infatti
 ei si rivolge ai mascolini anfratti.
 
 Per la chiesa son croci,
 ma tu Francesco bello
 che mi conosci e stimi, usa il cervello:
 
 quei monsignori froci
 affidali all’Argía,
 che li rimetto sulla retta via.
 
 
 
 
Argia è sconvolta dall’omosessualità dilagante tra il clero,
che tante occasioni d’amore le sottrae e, dopo averne
analizzate le cause, offre a Francesco i propri servigi
per moralizzare la Chiesa. Nell’ultimo verso un anacoluto
indica il prorompere dell’ego della nostra poetessa,
che qui, forse solo per ragioni metriche, ricorre alla
diversa accentuazione del proprio nome.

 

Per chi fosse interessato, disponibile, anche in formato e-Book, su vari siti. Eccone un paio.

Il sito dell’editore: https://www.youcanprint.it/umorismo-tema-religione/madrigali-a-francesco-9788831605144.html

Il sito ibs: https://www.ibs.it/madrigali-a-francesco-libro-argia-sbolenfi-novella/e/9788831605144

Anteprima disponibile su google libri:

https://wordpress.com/block-editor/post/alberto199884831.wordpress.com/373

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: