Siamo arrivati al Madrigale numero 38

Ed eccovi il trentottesimo Madrigale a Francesco, dove Argia continua a suggerire a Bergoglio il suo rimedio per combattere l’omosessualità dilagante tra il clero.

L’annotazione in calce è sempre di Lorenzo Stecchetti junior.

  
 
               XXXVIII 


 C’è qualche monsignore
 che, questa è proprio bella,
 preferisce il cannolo alla ciambella.
 
 Per questi disgraziati,
 Francesco, c’è una cura
 ch’è portentosa e rapida e non dura:
 
 affidami i prelati
 e in men che non si dica
 li riconduco al culto dell’amica.
 

 
 
 
Argia insiste sul medesimo tema e il suo disappunto
si concretizza in doppi sensi di dubbio gusto,
se non in esplicite volgarità, che donano un’atmosfera
triviale a tutto il componimento. In particolare
il curatore si è sentito in obbligo di intervenire,
sostituendo la greve sineddoche finale di Argia, che aveva
nominato la parte per il tutto, con un’altra, culto dell’amica,
che nomina il tutto per la parte. Notiamo inoltre che alla
nostra gentile signora pare sia sfuggita l’ambiguità tra dura
aggettivo e verbo: ambiguità che rischia di ribaltare
il senso della frase.  

Per chi fosse interessato, disponibile, anche in formato e-Book, su vari siti. Eccone un paio.

Il sito dell’editore: https://www.youcanprint.it/umorismo-tema-religione/madrigali-a-francesco-9788831605144.html

Il sito ibs: https://www.ibs.it/madrigali-a-francesco-libro-argia-sbolenfi-novella/e/9788831605144

Anteprima disponibile su google libri:

https://wordpress.com/block-editor/post/alberto199884831.wordpress.com/373

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: